Le migliori località della Tunisia

tunisiaSicuramente avrete sentito parlare delle navi Tunisia, proposte piuttosto interessanti per i turisti che amano conoscere ogni singolo dettaglio in merito a questa oasi terrestre. Aspettatevi una vacanza piena di sole all’interno di uno dei luoghi più adatti a chi ama le spiagge esotiche e il mare cristallino.
Tra le località più famose segnaliamo Djerba, un’isola situata a sud del Paese, ma ovviamente non mancano altre località marittime come Hammamet, Monastir e Port El Kantaoui. La Tunisia nasconde anche alcune località poco conosciute ma consigliate per la natura incontaminata.
I luoghi più interessanti sotto questo punto di vista sono Sousse, Tabarka, Gammarth e La Marsa. Stiamo parlando di località caratterizzate dalla presenza di un mare incantevole, mete apprezzate in ogni periodo dell’anno.
Per ammirare i mari più belli del mondo Monastir è il luogo perfetto per voi. Infatti, basta costeggiare la strada panoramica per scoprire ampie spiagge di sabbia fine e la magnifica Marina Cap-Monastir. Lasciatevi conquistare dal fascino delle isole tunisine e vedrete che una vacanza di questo genere non ve la dimenticherete mai.
Le località da ammirare sono tantissime ma ovviamente non tutte sono in grado di offrire il massimo e soprattutto di adattarsi alle vostre esigenze personali. Scoprite le offerte per la Tunisia ed i traghetti genova tunisi.

La città di Olbia

sardegnaIl principale porto del nord della Sardegna è Olbia, una città dall’origine molto antica, che oggi si trova al centro dell’area più spiccatamente a vocazione turistica di tutta la regione. La Sardegna è una delle regioni italiane che ogni anno attira il maggior numero di turisti grazie alle sue splendide spiagge.
Intorno ad Olbia si trovano infatti alcune delle località più conosciute nel mondo, come Porto Rotondo. Tra le spiagge che si trovano in prossimità della città da ricordare quelle di Pittulongo e Pellicano, spiagge da sogno dal sapore caraibico, dove la sabbia bianca crea un meraviglioso gioco di colori con il colore azzurro del mare e del cielo. Le acque cristalline riservano interessanti fondali a chi desidera immergersi in esplorazione. Olbia è una città che ben si presta a visite turistiche. Passeggiare per il suo centro storico è un’esperienza piuttosto piacevole ed interessante. La via principale è Corso Umberto I ed è la via dedicata allo shopping. Qui gli amanti delle spese troveranno decine di negozi di tutti i tipi dove acquistare dai prodotti caratteristici sardi all’abbigliamento d’alta moda. Al porto di Olbia arrivano ogni giorno i traghetti Sardegna low cost provenienti da vari porti italiani. I traghetti Genova Olbia, per esempio, assicurano i collegamenti con il nord Italia ma anche con la vicina Francia del sud.

Palazzo della Gran Guardia

Palazzo_della_Gran_GuardiaIl Palazzo della Gran Guardia è un magnifico palazzo situato nel lato sud della Piazza Bra. Esso fu progettato come edificio d’armi e per le esercitazioni delle truppe. Il palazzo fu progettato da Domenico Curtoni, un celebre architetto del tempo, ed i lavori iniziarono nel 1610 dopo aver ricevuto i consensi del Doge, infatti in quegli anni Verona era sotto il controllo della Serenissima . I lavori furono poi presi in mano dall’architetto Giuseppe Barbieri, colui che realizzò nella piazza il palazzo omonimo.

La costruzione del palazzo è molto semplice: è composto da due piani e ha una lunghezza di circa 87 metri. Molto belle sono le tredici arcate che costituiscono il pian terreno, che richiamano all’occhio del visitatore la struttura della vicina Arena, e creano un forte effetto chiaroscurale. La facciata superiore e ornata da grandi finestroni alternati a colonne in stile neoclassico.

Oggi il palazzo è usato come sede di convegni, mostre e altri tipi di manifestazioni culturali; le sue sale sono perfino affittabili per scopi personali. È da ricordare che nel 2007 il palazzo ospitò un imperdibile mostra su il celebre pittore Mantegna.

Interessante è anche la storia sull’autore che realizzo l’edificio, infatti gli storici per molti anni pensavano che l’autore non era altro che Michele Sanmicheli, in quanto il palazzo rispecchiava lo stile dell’artista. Solo pochi anni fa si venne a conoscenza che i veri progettisti furono Curtoni e Barberi.